KokoDesign

Tag: strategist

13 Giugno 2019

BREAKING NEWS: INSTAGRAM CAMBIA LA DURATA DEI VIDEO

I Rumor dal web sono stati confutati: a breve su Instagram si potranno caricare video di lunga durata!  Instagram è senza alcun dubbio il social network del momento e continuerà a esserlo ancora per molto tempo. A parlare sono proprio i numeri, i numeri degli utenti iscritti: si è passati dai 700 milioni di utenti, dallo scorso dicembre, a 100 milioni di utenti oggi e, se il trend continua così, il social raggiungerà un traguardo mai visto, 1 miliardo di utenti! Ma il merito di chi è? Ovviamente del team Zuckerberg che, da quando lo ha preso sotto la sua ala ha introdotto frequenti aggiornamenti soprattutto in linea con le esigenze dei tanto amati utenti.

read post

7 Giugno 2019

IL MARKETING 2020: EVOLUZIONE E CASE STUDY

Non si fa in tempo ad essere aggiornati che con un minimo sbattito di ciglia è già tutto completamente cambiato. Il mondo del Marketing è davvero un universo fatto di Stelle. E proprio come una Nebulosa Interstellare diventa Gigante Rossa, poi Nana Bianca e infine Buco Nero, ogni elemento che sapevamo fosse l’ultima rivoluzione in fatto di crescita è diventato già passato. Quindi sì, il Marketing assume lo stesso comportamento delle stelle, ma con l’unica differenza che cambia alla velocità della luce.   Che cosa significherà fare marketing nel 2020? Using & sharing economy, blitzscaling marketing, proximity marketing, marketing giocato, marketing indossato: sono solo alcune delle tendenze del marketing contemporaneo al centro di questo volume.

read post

6 Giugno 2019

REBRANDING: DALL’ARTE DELLA RESTAURAZIONE AL MARKETING E DESIGN

Se parliamo di Rebranding… il primo paragone che mi sale alla mente è quello che coincide con le figure dei Restauratori, per poi associarli inevitabilmente alla Réstauration de La Cappella Sistina. In effetti, come dice il nostro Slogan Complicare è Facile, Semplificare è Difficile, pensare che il lavoro sul rebranding o quello sulla Cappella Sistina sia cosa da poco, la realtà è tutt’altra storia… Creare qualcosa da zero è senza alcun dubbio impresa più semplice di rigenerare l’identità di un colosso che esiste da 30 o 40 anni sul mercato, senza lasciare che la sua essenza svanisca! Cos’è allora il Rebranding? Una strategia di rebranding è solitamente associata alla necessità di un cambiamento nella brand

read post

24 Agosto 2018

PERCHÉ IL KNOWLEDGE MANAGEMENT È UN’OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE?

In un mondo globalizzato, sempre più competitivo e in continua evoluzione le aziende devono saper sfruttare a proprio vantaggio tutti i fattori. Adattarsi all’ambiente che cambia non basta più: occorre trasformare il cambiamento in opportunità di crescita.Ma in che modo? Grazie alla valorizzazione del sapere. Per incentivare la competitività aziendale assume quindi una grande importanza la “gestione della conoscenza” ossia di tutto il sapere, composto da conoscenze esplicite (quelle dei manuali, facilmente trasferibili) e conoscenze tacite (legate al possessore e al contesto, frutto di esperienze, difficilmente comunicabili), che deve poter essere condiviso da tutte le persone appartenenti all’azienda. È a questo punto che entra in gioco il Knowledge Management, l’insieme di metodi e strumenti software che permettono di identificare

read post

22 Agosto 2018

Come l’Influencer Marketing ha contribuito al successo di Instagram

Il social ha superato il miliardo di utenti attivi e deve molto anche al fenomeno degli Influencer, almeno nella stessa misura in cui questi devono il loro successo a Instagram   Siamo al momento – forse – di massima espansione di Instagram, che raggiunge e supera un miliardo di utenti; al contempo (IMHO) siamo al giro di boa: declino inevitabile. E la colpa (lancio una bomba) è degli Influencer, che fanno largo uso di bot e software per acquisire (comprare!) follower, like, commenti ecc. Ma facciamo un attimo un passo indietro. Chi sono i cosiddetti Influencer? Ragioniamo per categorie: Abbiamo i top player, le celebrità, quelli che già sono famosi, che sono mainstream ancora prima di aprire

read post

20 Agosto 2018

GOOGLE CLOUD BUILD

IL NUOVO SERVIZIO DEDICATO AL SOFTWARE DEVELOPMENT Il mondo del software development si sta evolvendo molto velocemente e oggi i team di sviluppatori devono stare molto attenti a rispettare le nuove pratica di sicurezza ed ottimizzazione, cosi da attenersi ai nuovi standard richiesti delle aziende. In questo contesto i DevOps sono diventati molto importanti assieme ai tool che permettono l’automazione di processi ripetitivi e alle pratiche di CI/CD (continuous integration e continuous delivery). Molti team di sviluppo implementano le pratiche di CI/CD ma questo aumenta notevolmente la complessità e i tempi di manutenzione del codice e dell’infrastruttura software in generale. Inoltre implementare ed imparare le nuove pratiche di sviluppo richiede tempo e molto impegno per il singolo

read post

17 Agosto 2018

Wifi pubblico gratis in Europa, l’asta a ottobre: ecco i Paesi che hanno chiesto più soldi

Rimandata in autunno la gara per assegnare le risorse del programma Wifi4Eu della Commissione. In Italia la metà dei Comuni ha fatto richiesta (Foto: Diletta Parlangeli)     L’asta è rimandata a ottobre. Il primo bando di Wifi4Eu, il programma della Commissione europea che assegna risorse ai Comuni per installare hotspot wifi pubblici gratis, non è andato a buon fine. Una falla nella sicurezza dei dati (non trafugati) e un blocco al cronometro che registrava l’ora di risposta dei municipi all’asta hanno fermato il debutto del piano di Bruxelles per finanziare connessioni senza fili gratuite e senza la richiesta di dati degli utenti in cambio in luoghi pubblici. Il programma, però, resta in piedi. E l’asta posticipata. A

read post

15 Agosto 2018

Inbound marketing

L’inbound marketing è una strategia olistica, capace di coinvolgere, attrarre e convertire i visitatori trasformandoli in clienti attraverso informazioni e contenuti rilevanti e non interruttivi COS’È L’INBOUND MARKETING: ESEMPI ED APPLICAZIONI Un’azienda inbound non è un’azienda che dimezza il proprio budget di investimento, ma ottimizza gli investimenti: l’impiego di risorse intellettuali ed economicheper la creazione di contenuti e informazioni efficaci può e deve essere comunque cospicuo. LA METODOLOGIA  La metodologia inbound consiste nell’insieme dei processi attraverso i quali un utente – sconosciuto – si trasforma in un cliente e poi in un promotore di un certo brand o business. In questo set di processi, il contenuto conserva una centralità essenziale, perché solo attraverso la creazione di contenuti pertinenti è possibile attrarre l’attenzione dell’audience di riferimento – inclusi i prospect

read post

13 Agosto 2018

In Europa calano gli utenti di Facebook

Pesante il primo trimestre per Facebook dopo lo scandalo Cambridge Analytica, diminuiscono gli utenti Ue e il tempo medio trascorso sulla piattaforma   Passato un intero trimestre dopo i recenti scandali relativi alla privacy venuti a galla con il caso Cambridge Analytica, per Facebook è giunto il momento di tirare le somme. Menlo Park tira il freno a mano e ammette che la crescita sta rallentando, una considerazione che ha fatto crollare il titolo del 23,68%durante l’after-hours (prolungamento degli investimenti anche dopo la chiusura delle borse). In pochi minuti sono stati bruciati 17 miliardi di dollari, cifra che può aumentare se oggi, alla riapertura delle contrattazioni, il titolo non dovesse invertire l’andamento. Le perplessità degli analisti Rispetto al primo trimestre 2018 i ricavi sono

read post

8 Agosto 2018

NOTIFICHE PUSH: COME IMPLEMENTARLE AL MEGLIO

Il sistema di gestione (pushing) di notifiche è ormai diventato una parte fondamentale del mobile-marketing. Le notifiche, uno dei più noti simboli della nuova generazione Web/mobile, attirano infatti l’attenzione degli utenti più velocemente di qualsiasi altro mezzo di comunicazione. Ma dall’altra parte dell’applicazione, la parte del codice, il sistema di gestione notifiche push è una delle componenti più difficili da implementare. Notifiche push implementate in modo incorretto possono danneggiare la qualità complessiva dell’applicazione e soprattutto dell’user experience. Inoltre, secondo un sondaggio di AppIterate, il 71% di tutte le disinstallazioni delle App è causato da una notifica push indesiderata. Ecco dunque 4 strategie utili allo sviluppo ed al pushing di notifiche “corrette”. Rendere le notifiche rilevanti Ciò che

read post

Copyright © 2019 - Tutti i diritti riservati.