KokoDesign

Tag: kokohistory

6 Luglio 2018

WEB DESIGN: IL RITORNO DEGLI ANNI ’90

È un periodo decisamente nostalgico, quello in corso sul fronte dei consumi e dell’intrattenimento: tornano i vinili, le musicassette, le riedizioni delle vecchie console di gaming e, dulcis in fundo, sulle piattaforme di streaming spopolano le serie ambientate nei gloriosi anni ’80. Non stupisce, di conseguenza, anche il web stia cercando di adeguarsi: pochi mesi fa, ad esempio, si è assistito all’affermazione del brutalist web design, uno stile di progettazione scarno ed esteticamente poco curato, di chiara ispirazione ai primi siti della storia. Eppure il ritorno al passato non termina sposando unicamente questa filosofia di design, poiché sempre più professionisti hanno deciso di unirsi a un trend in netta crescita: quello delle pagine anni ’90. È quanto sottolinea il

read post

26 Giugno 2018

Conto alla rovescia per la fatturazione elettronica

E’ già dal giugno del 2014 che è entrato in vigore in Italia l’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti della Pubblica Amministrazione. Da quella fatidica data, tutte le fatture emesse con la PA possono essere gestite solamente in formato elettronico. Passati tre anni, il 30% delle aziende italiane – contro il 18% della media europea – fa quotidianamente uso della fatturazione elettronica, attestando un inatteso successo dell’operazione. L’ Osservatorio Fatturazione Elettronica del Politecnico di Milano ha già avuto modo di esprimersi sui benefici dell’uso della fatturazione elettronica, che consente di generare un risparmio fino a 17 euro a fattura, e cioè un risparmio annuo complessivo di oltre 1 miliardo di euro. E’ su questi presupposti che il legislatore si

read post

22 Giugno 2018

Rebranding

Il rebranding è un fenomeno frequente, generalmente rientra in proprie e vere strategie di marketing. Il rebranding segue e cerca di prevedere i trend del momento o futuri e col tempo diventa necessario modificare il brand per renderlo idoneo alla nuova immagine che si vuole dare all’azienda. Il rischio che i consumatori reagiscano con confusione e smarrimento nei confronti di un nuovo logo è alto, ma c’è anche l’opportunità che nuovi consumatori possano avvicinarsi al brand. Per citarne un esempio, qui troveremo l’evoluzione del nostro logo storico.    L’obbiettivo principale del rebranding è crescere e di entrare in segmenti nuovi di mercato   che presentino un adeguato potenziale di crescita.     Ecco altri esempi di rebranding

read post

Copyright © 2019 - Tutti i diritti riservati.