KokoDesign

Connettersi col cliente

28 giugno 2018 / admin

Connettersi col cliente

Connettersi col cliente vuol dire stargli vicino, fargli capire che non siamo meri esecutori che non aspettano altro che ci paghi ma che, invece, faremo parte del suo team! 

 

Far parte del suo team vuol dire essere presenti, rispondere, proporre soluzioni a un problema, dare dei consigli, entrare nel suo mondo facendogli delle domande. Dobbiamo essere curiosi del suo progetto… non solo a parole. Al momento del primo colloquio dobbiamo dimostrare di avere delle qualità in più… e qui entra in gioco l’empatiaComprendere appieno il brand connettendosi con chi l’ha creato, facendo tutte le domande di cui abbiamo bisogno e magari cercare di percepire preventivamente quello che vuole sentirsi dire il cliente, percepire le sue insicurezze, individuarle e cercare di rispondere prima di qualsiasi sua domanda. C’è chi asserisce che sia meglio fare poche domande per non annoiare il cliente, per non star lì a stressarlo. Nella mia esperienza, invece, ho trovato che facendo il contrario si raggiungono un paio di obiettivi o qualcuno in più:

1- Il nostro cliente si sente compreso, preso in considerazione;

2- Eviteremo di fare degli errori perché attraverso le domande abbiamo anche un sacco di risposte;

3- Faremo capire che è nostra intenzione che tutto vada per il verso giusto.

 

Rassicurare il cliente è importantissimo. I clienti solitamente hanno tante altre cose da fare e sapere che c’è qualcuno che si occupi a 360 gradi della loro immagine, di fare bella figura, vuol dire per loro tantissimo. Per star tranquilli spesso sono disposti anche a pagare senza stressare con sconti. La sensazione che ti stanno pagando con piacere, con la soddisfazione completa.

 

La miglior pubblicità del mondo sono i RISULTATI. Il tuo lavoro inizierà a parlare per te e arriverai in quella fatidica fase dove non cercherai più lavoro ma sarà il lavoro a cercare te. Proprio così. Chiudete un attimo gli occhi e proiettatevi con la mente verso quel momento. Bella sensazione, vero? Ebbene, cercate di arrivarci. Caricatevi, caricatevi. Quello è il vostro obiettivo non perdetelo di vista lavorateci tanto su e quando pensate che stia andando tutto per il verso sbagliato chiudete di nuovo gli occhi e proiettatevi di nuovo verso i vostri risultati. La sensazione che sentirete vi aiuterà non poco ad andare avanti.

Dal momento che le emozioni guidano le decisioni e il comportamento, la creazione di un collegamento emotivo positivo con il pubblico può influenzare la lunghezza e la frequenza del coinvolgimento del cliente.
La connessione emozionale non solo incentiva la customer ownership e la fidelizzazione del consumatore, ma apre la strada ad ulteriori opportunità di business. Può rilanciare le vendite, la reputazione, l’equità e la viralità positiva del brand. Molti brand sostengono di offrire esperienze significative ai propri clienti, quando in realtà le loro sono solo transazioni. La chiave per la fidelizzazione dei clienti sta nello sviluppare una relazione con loro: comunicare, coinvolgere e connettersi emotivamente.

Infatti, i clienti emotivamente coinvolti:

  • Hanno 3 volte più probabilità di raccomandare il prodotto
  • Sono 3 volte più inclini ad acquistare ancora
  • Hanno meno probabilità di acquistare da altri brand
  • Sono meno sensibili al prezzo

I Social media sono uno di questi: invece di usarli solo per promuovere il tuo prodotto, valorizzali come una strategia positiva per entrare in contatto con il tuo pubblico e condividere contenuti significativi. Tenere i tuoi clienti ingaggiati con offerte sempre nuove ed eventi imminenti è fondamentale, e ti fornisce l’opportunità di farli sentire rilevanti per il tuo business.

La soddisfazione senza una connessione è inefficace.

 

Fonte: https://www.ipiratigrafici.it/essere-freelance/connettersi-col-cliente/

 

 

SCRIVICI A info@kokodeign.it oppure

 


Copyright (C) 2018 - Tutti i diritti riservati.